Home    Mappa del sito    Contatti  
 
     
     

 

 
Itinerari Organistici Riminesi 2010
Comunicato Stampa                                               
Rimini, 24 maggio 2010
 
Itinerari Organistici Riminesi, rassegna musicale nelle chiese della città
 
La Fondazione Cassa di Risparmio e la Diocesi valorizzano il patrimonio organario locale
 
La Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini e la Diocesi promuovono Itinerari Organistici Riminesi, rassegna di tre concerti in altrettante Chiese della città che ha lo scopo di valorizzare lo straordinario patrimonio organario locale.
 
Si parte venerdì 28 maggio, alle ore 21, nella chiesa di Santa Maria Annunziata Nuova di Scolca (meglio conosciuta come San Fortunato), dove il maestro Liuwe Tamminga interpreterà importanti compositori internazionali, tra i quali Giovanni Battista Pergolesi, Domenico Gallo, Wolfgang Amadeus Mozart e Carl Czerny. Il maestro Tamminga, uno dei massimi esperti del repertorio organistico italiano del Cinque e Seicento, suonerà l’organo di Gaetano Callido, opera 407, del 1806.
 
Venerdì 11 giugno, sempre alle ore 21, si replica nella chiesa dei Santi Bartolomeo e Marino, più nota come Santa Rita. All’organo, suonato dal maestro Luca Scandali, si accompagnerà il violino barocco di Alessandro Ciccolini. Insieme daranno prova del virtuosismo e della cantabilità della musica violinistica italiana fra XVII e XVII secolo, interpretando le opere di Antonio Veracini, Gregorio Strozzi, Giuseppe Colombi, Francesco Antonio Bonporti e Bernardo Pasquini. Anche in questo caso l’organo porta la firma di Gaetano Callido, opera 150 del 1779.
 
L’ultimo appuntamento di questa prima rassegna è in programma venerdì 25 giugno alle ore 21 nella chiesa del Suffragio, nel centro storico di Rimini. L’organo in questo caso è molto più recente, del 1976, opera di Franz Zanin. A suonarlo il maestro corianese Mauro Ferrante, accompagnato dall’oboe barocco di Ruggero Vartolo. Insieme daranno prova dello stile tardo barocco in Germania, Francia e Italia, con musiche di Georg Philipp Telemann, Francois Couperin, Pietro Castrucci, Louis-Nicolas Clérambault, Johann Sebastian Bach e Francesco Saverio Geminiani.
 
Negli ultimi anni la nostra Fondazione ha contribuito a riscoprire e restaurare, con una decina di interventi di rilievo, uno straordinario patrimonio organario che ci sembrava doveroso valorizzare e promuovere, spiega Gianandrea Polazzi, consigliere d’amministrazione della Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini e curatore della rassegna. Attorno a questa riflessione abbiamo trovato la sensibilità e la collaborazione del Vescovo Monsignor Francesco Lambiasi, che ha appoggiato questa iniziativa e ha concesso l’uso delle chiese e degli organi in esse custoditi. Il nostro auspicio è che questa sia la prima di una lunga serie di appuntamenti che permettano alla nostra comunità di godere di un tesoro culturale e identitario tanto importante quanto poco conosciuto”.
 
L’Ufficio Stampa e Comunicazione
 
Luigi Angelini 347 8526967
 
  Scarica il comunicato stampa                                                           
 
 
 
 
  
Tastiera dell'Organo del Callido di San Fortunato