<-- Indietro alla lista dei Comunicati stampa

Dipinto inedito di Guido Cagnacci acquistato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini

27 febbraio 2004

Sul finire del 2003, la Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini ha acquisito a Parigi, presso una nota casa d’arte, un dipinto inedito di Guido Cagnacci, raffigurante San Giovanni Battista (o San Giovannino).
Si tratta di un olio su tela di cm. 50 x 62, databile al terzo decennio del Seicento, che il pittore santarcangiolese aveva probabilmente realizzato per una dimora privata. L’opera, di grande valore artistico e mai vista finora, verrà esposta per la prima volta al pubblico in occasione della mostra “Seicento inquieto. Arte e cultura a Rimini tra Guercino e Cagnacci” in programma dal 27 marzo al 27 giugno prossimi a Castel Sismondo.
L’acquisizione si inserisce in una linea di costante attenzione per la riscoperta e la valorizzazione del patrimonio artistico riminese che la Fondazione ha voluto perseguire in questi anni. Ne è esempio, tra i numerosi altri, il polittico “Incoronazione della Vergine e Santi” di Giuliano da Rimini, che l’ente acquistò nel 1997 a Londra e che è andato ad arricchire le (purtroppo non molte) testimonianze della straordinaria stagione pittorica del trecento riminese ancora rimaste sul territorio locale.
Con il San Giovanni Battista, la Fondazione (che già possiede un’opera attribuita a Cagnacci) ha riportato a Rimini un dipinto che all’indubbio interesse artistico unisce anche un evidente valore documentale con riguardo ad un pittore e ad un periodo tra i più significativi della storia locale.
L’esposizione alla mostra sul Seicento consentirà inoltre di confrontare il San Giovanni Battista con un’altra dozzina di opere di Cagnacci presenti alla manifestazione, stimolando così interessanti accostamenti e valutazioni artistiche.

Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini