Fondazione
Cassa di Risparmio
di Rimini
 
Newsletter
n. 2 - APRILE 2017
   

GRANDE INIZIO PER "I MAESTRI E IL TEMPO"

   

 

È iniziata con un grande successo di pubblico la settima edizione del ciclo di conferenze “I Maestri e il Tempo”, curato da Alessandro Giovanardi per la Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini. I primi tre incontri hanno visto la partecipazione di tante persone curiose e attente, con desiderio di conoscere e di arricchire il proprio bagaglio culturale. Anche quest’anno le conferenze si svolgono nel salone delle feste di Palazzo Buonadrata (Corso d’Augusto 62), ricco di memorie storiche e di splendidi dipinti antichi. La rassegna si articola in due periodi: dal 10 marzo al mese di maggio, mentre il secondo ciclo si svolgerà in autunno. Il prossimo appuntamento sarà venerdì 5 maggio con la relazione di Lina Bolzoni su “Teatri della memoria fra Rinascimento e Novecento”. A seguire, venerdì 19 maggio incontro con Elisa Tosi Brandi su “Isotta diva e divina” e il 26 maggio con Giovanni Carlo Federico Villa e Alessandro Giovanardi rigardo a “Giovanni da Rimini fra Londra e l’Oriente”. Cosa significa capire un’opera d’arte? In che modo, attraverso la pittura, il disegno e la scultura, possiamo comprendere il mondo e leggerlo meglio? Sono queste le domande a cui la rassegna culturale intende rispondere approfondendo il tema “Leggere l’arte, leggere il mondo”. Nelle precedenti sei edizioni della rassegna sono state oltre 12.000 le presenze, con appuntamenti che hanno rinnovato e movimentato il dibattito pubblico sull’arte, la storia, il pensiero e l’immaginario sacro e profano. “I Maestri e il Tempo”, con il patrocinio dell’Istituto per i Beni Artistici Culturali e Naturali della Regione Emilia-Romagna, con la collaborazione dell’Ufficio Scolastico di Rimini e con il contributo di Hotel Ambasciatori Rimini, Hotel Sporting e Centro Stampa Digitalprint, sono considerati tra gli eventi culturali più prestigiosi della città e il fiore all’occhiello della Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini.

    Torna indietro